CUORE DI TENEBRA Joseph Conrad

Strana cosa è la vita, questo misterioso espediente della logica spietata per ottenere un futile scopo. Il massimo che ci si possa attendere da essa è una certa conoscenza di se stessi, che arriva troppo tardi, una messe di inestinguibili rimpianti.

Un libro piccolo, ma potente e destabilizzante come un pugno sul tavolo. È il racconto autobiografico di un viaggio nel cuore dell’Africa, in cui la testimonianza di orrori, razzie e barbarie da parte dei trafficanti d’avorio nei confronti della popolazione locale si fa voce di un’aperta denuncia nei confronti del colonialismo europeo.

“ la conquista della terra, che perlopiù significa portarla via a coloro che hanno una diversa carnagione o nasi leggermente più piatti dei nostri, non è una cosa edificante quando la si osservi troppo a lungo”

 Il percorso dalla foce alla sorgente del lungo fiume congolese è nondimeno un cammino introspettivo verso i più profondi meandri dell’animo, dove si nasconde la parte istintiva e primordiale dell’uomo.

Il finale è una perla di rara bellezza. Un classico che non può mancare.

Informazioni su Giuliana Bellosi

Toscana di nascita, laureata all'Università degli Studi di Pisa, attualmente a Milano. Lettrice appassionata, reviewer.
Questa voce è stata pubblicata in Classici, Recensione libri e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...