DIARIO DI UN AMORE MILANESE – Bruno Pellegrino

VENERDI 6 FEBBRAIO

Ha telefonato alle diciassette e trenta: “Ti voglio vedere!”

Ho detto di no (e m’è costato!) per via dello studio: l’esame è vicino. C’è rimasta male. Temo che me ne pentirò: l’amore richiede atti eroici…

Milano 1958. Una città setacciata in lungo e in largo da una coppia di universitari innamorati, con una predilezione per certi cinema di seconda, per rustiche pizzerie e accoglienti caffè, in gran parte scomparsi.

I mille particolari storici e ambientali impreziosiscono il racconto, ma in alcuni passaggi rischiano di diventare un po’ ingombranti. Essendo la forma di diario, già di per sé, una scelta letteraria poco scorrevole e frammentaria, l’avrei un po’ alleggerito. Nel complesso è un buon libro, di alto valore come documento storico, che rende perfettamente l’atmosfera e gli stati d’animo di un amore giovanile dell’epoca: delicato, goffo, romantico, contraddittorio. Il finale commuove ed apre a riflessioni profonde. La perfetta ambientazione sarà motivo di nostalgica gioia per i lettori milanesi di una certa età, e stimolo per gli animi curiosi over trenta.

Informazioni su Giuliana Bellosi

Toscana di nascita, laureata all'Università degli Studi di Pisa, attualmente a Milano. Lettrice appassionata, reviewer.
Questa voce è stata pubblicata in Narrativa contemporanea, Recensione libri e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...